Il Consiglio approva convenzione con Masi Torello e mozione contro cibo sintetico

La seduta del Consiglio provinciale

 

Il Consiglio provinciale approva convenzione con il Comune di Masi Torello e una mozione contro il cibo sintetico.

 

La Provincia installerà un semaforo all’incrocio tra le strade provinciali 1 e 37 a Masi Torello.

Il sì definitivo all’operazione di messa in sicurezza del tratto stradale lo ha dato il Consiglio provinciale che ha approvato all’unanimità la delibera contenente la convenzione tra il Comune e l’amministrazione guidata da Gianni Michele Padovani.

L’accordo prevede che la Provincia si occupi della progettazione e anticipazione dell’intero costo di 40 mila euro, comunque da dividere al 50 per cento una volta ultimata l’installazione dell’impianto.

Il via ai lavori è previsto nei prossimi mesi, appena le condizioni climatiche lo consentiranno.

Soddisfazione hanno espresso il sindaco di Masi Torello e consigliere provinciale, Riccardo Bizzarri, il presidente Padovani e l’intero Consiglio, per l’operazione di messa in sicurezza di un’intersezione viaria nota per la scarsa visibilità e tasso d’incidentalità.

 

Con la sola astensione della consigliera Rosa Sandoni (Ferrara Insieme), il Consiglio ha poi approvato la mozione presentata da Alessandro Amà (Terre Estensi).

Tema del documento: “Mozione a sostegno e adesione alle iniziative contro il cibo sintetico”.

Partendo dal presupposto che il cibo sintetico sia il risultato di “un processo – scrive il consigliere -  completamente separato da ciò che è naturale e non salvaguarda l’ambiente perché comporta un maggiore consumo di acqua ed energia”, il testo approvato dal Consiglio impegna il presidente della Provincia a ”promuovere – prosegue il testo - sostenere e adottare tutte le iniziative di sensibilizzazione, avvalorate anche dal mondo accademico e scientifico”, nonché a predisporre provvedimenti a sostegno dell’analoga presa di posizione di Coldiretti e a trasmettere la mozione al Ministero dell’Agricoltura della Sovranità alimentare e delle Foreste.