Scuola, tagliati i fondi per l'antisismica

Da un articolo pubblicato da La Nuova Ferrara
 
Nel Ferrarese gli stanziamenti regionali calati da 11 a 2 milioni, verrà anticipato invece per urgenza il lavoro all'Ipsia
Scuola, tagliati i fondi per l'antisismica
Slittano gli interventi all'Iti e al Monaco

 
 
Gian Pietro ZerbiniUna grossa tegola è caduta sulla testa delle amministrazioni comunale e in particolare della Provincia di Ferrara. Sono stati tagliati i fondi per l'adeguamento antisismico delle scuole e i contributi regionale per gli interventi in programmazione sono passati nel territorio ferrarese da 11 milioni di uero previsti a solamente 2. Un taglio che va ad incidere soprattutto nel programma dell'amministrazione provinciale a cui va circa un 40% degli stanziamenti per la messa a norma dal punto di vista antisismico degli edifici scolastici.Piani cambiatiCambiano così i piani di programmazione per gli interventi dell'antisismica del prossimo anno, come conferma anche Stefano Farina, ingegnere capo della Provincia di Ferrara.«Purtroppo - dichiara - abbiamo meno entrate a bilancio per effettuare il piano di ricognizione dell'antisismica. In un primo tempo erano previsto per gli edifici di nostra competenza circa 5 milioni di euro e arriveremo a malapena ad avere un milione. Questa posizione ci porta giocoforza a rivedere il piano per interventi di sicurezza per il 2021. Erano infatti in programma due cantieri per un importo di 1,5 milioni ciascuno per l'Iti Copernico-Carpeggiani e anche un altro intervento per il complesso "Guido Monaco" di Codigoro. Alla fine, anche per questioni di urgenza, l'intervento che verrà effettuato con il denaro che la Provincia avrà a disposizione con la nuova tranche sarà finalizzato alla messa in sicurezza dell'edificio dell'Ipsia che attualmente si trova nel retro del Carducci in via Canapa. L'edificio infatti ha una priorità per una situazione di urgenza». Resta salvo comunque il piano già finanziato lo scorso anno. A beneficiare nei prossimi mesi degli interventi di messa in sicurezza, prevista l'antisismica sarà il liceo Roiti di via Leopardi a Ferrara per l'importo di un milione di euro. Per la stessa cifra è programmato un analogo intervento per rinforzare l'edificio che ospita il polo scolastico del Remo Brindisi a Lido Estensi. Migliorie antisismiche anche per le due palestre che si trovano in via Azzo Novello e che servono non solo per finalità didattiche negli orari scolastici. In questo caso si tratta di un intervento complessivo di 400mila euro.Scuole sicureDal 2012, anno del terremoto. sono state una decina i plessi scolastici ristrutturati dalla Provincia per l'adeguamento antisismico, in dirittura d'arrivo al momento c'è l'Einaudi. Ma la lista è ancora lunga. Se poi arrivano i tagli i tempi si dilatano.