Valutazione Ambientale Strategica

La L.R. 24/2017, all’art. 18, conferma quanto definito dalla norma precedente (L.R. 20/2000), ovvero che la Regione, la Città metropolitana di Bologna, i Soggetti d’Area Vasta, i Comuni e le Unioni, nell'elaborazione ed approvazione dei propri piani, prendono in considerazione gli effetti significativi sull'ambiente e sul territorio che possono derivare dall'attuazione dei medesimi piani, provvedendo alla Valsat degli stessi, nel rispetto della direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 giugno 2001, concernente la valutazione degli effetti di determinati piani e programmi sull'ambiente e della normativa nazionale di recepimento della stessa.

All’art. 19 della medesima legge viene ribadito che:

  • i Soggetti d’Area Vasta (Province) assumono la qualità di autorità competente per la valutazione ambientale degli strumenti urbanistici dei Comuni e delle loro Unioni, per il territorio di competenza;
  • in conformità a quanto previsto dalla direttiva 2001/42/CE e confermando quanto disciplinato a riguardo dalla L.R. 20/2000 all’art. 5 comma 6 lett. a), per il principio di integrazione e non duplicazione, gli atti e ogni altro adempimento relativi alla materia ambientale sono integrati nel procedimento di approvazione dei piani.

 

La normativa regionale vigente, per il principio di non duplicazione, stabilisce che le procedure di deposito, pubblicazione, partecipazione e consultazione, previste per i piani territoriali e urbanistici, sostituiscono ad ogni effetto gli analoghi adempimenti previsti ai fini della valutazione ambientale. Le forme di pubblicità, pertanto, possono considerarsi assolte nell'ambito delle ordinarie modalità di deposito dei piani o dei programmi approvati e di pubblicazione sul BUR ad opera dei Comuni, a condizione che nell’annuncio pubblicato sia specificamente evidenziato il fatto che la pubblicazione costituisce anche avviso di deposito ai sensi del D.Lgs. 4/2008 per la procedura di VAS.

In virtù del regime transitorio previsto dall’art.4 della L.R. 24/2017, rimangono in essere, in capo alla Provincia, procedimenti e piani disciplinati dalle normative precedenti, pertanto:

  • sugli strumenti urbanistici comunali ex L.R. 20/2000 la Provincia esprime il parere motivato sulla Valsat, acquisendo le osservazioni presentate e i pareri degli Enti competenti in materia ambientale e previa istruttoria di ArpaE ai sensi della L.R. 13/2015.
  • sugli strumenti urbanistici comunali ex L.R. 47/78 (Piani particolareggiati e varianti minori ai Piani Regolatori Comunali PRG) la Provincia si esprime sulla Verifica di Assoggettabilità a Valutazione Ambientale Strategica VAS e, qualora necessaria, esprime il Parere Motivato sulla VAS, previa istruttoria di ArpaE ai sensi della L.R. 13/2015.

 

In ottemperanza alle disposizioni degli artt. 11, 12 e 17 del D.Lgs. 152/2006, la Provincia pubblica sull' Albo Pretorio on line gli atti con valore di Esito della Verifiche di Assoggettabilità a VAS e di Parere Motivato sulla Valsat espressi sui piani urbanistici comunali.